25 Aprile 2017

Articoli

Perché partecipare alla manifestazione dell'8 aprile

aaaaLara-Robbiani-TogninaPubblichiamo le note dell'intervento di Lara Robbiani Tognina alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione del prossimo 8 aprile (Red).

Mi chiamo Lara Robbiani Tognina, da due anni mi occupo come volontaria dell'accoglienza dei migranti.
A ottobre ho creato l'associazione DaRe, Diritto a Restare, non è importante quanto tempo potranno o avranno diritto a restare, quel tanto o poco tempo deve esser di vera accoglienza. Raccogliamo vestiti, dividiamo, controlliamo e ridistribuiamo ai confini e in Ticino.
Amo il mio paese. Sono orgogliosa di esser svizzera, mi sento una patriota e come tale accolgo chi è meno fortunato di me. Accolgo chi deve lasciare il suo paese e sono felice di dargli il benvenuto, a casa mia.
Perché lo facciamo? Vediamo le morti in mare, le persone che devono vivere al gelo che hanno abbandonato tutto a causa di una guerra di una dittatura. Sono donne mamme uomini papà nonne nonni figli, come lo siamo noi. Sono come noi!
In tanti e tante abbiamo detto basta, qualcosa dobbiamo fare. Abbiamo iniziato con la raccolta di uno due vestiti, portati a Milano poi a Como e oggi dai nostri tre magazzini portiamo nei nostri centri, pensioni e protezioni civili dove sono ospitiamo i richiedenti l'asilo.
Sono piccoli gesti per noi ma enormi, per chi da settimane, porta gli stessi capi. Cambiare un Jeans, duro rigido dal sale marino. Un sacco a pelo, per trascorrere finalmente una notte al caldo. Per assomigliare ai propri coetanei.
Perché mi aiuti? :"Perché un giorno potrebbe toccare ai miei figli, di dover chiedere aiuto e spero che ci sarà qualcuno che si occupi di loro".
Sono piccoli gesti per noi, ma riescono a creare sollievo per chi, dalla vita ha avuto nulla. Vestiti caldi per le mie ragazze di Bosco, arrivate con infradito e magliette. Che hanno potuto imparare un po' d'italiano e scoprire di essere artiste con l'uncinetto,...
solo con una vera accoglienza si ha un'integrazione e da un io e tu diventiamo un noi per crescere e far crescere la nostra bella Svizzera
I muri più brutti e pericolosi sono quelli che costruiamo nei nostri cuori. La paura dell'altro altra va sormontato. La paura di vivere e di amare va affrontata. Quando finalmente incontri l'altro altro non è più uno straniero è Sara mia nuova amica, e Basel con cui rido e scherzo e l'amica che si confida...
Dicevo ad un amico: da due anni la mia rubrica non è più composta solo di nomi come Marco , Claudia, Cristina ora ho nomi siriani eritrei, afgani.
I nomi, i cibi, le musiche... loro tutti mi hanno permesso di viaggiare in tanti mondi senza spostarmi da casa mia.
l'accoglienza non è unilaterale ognuno di noi riceve più di quello che dona.
E ora che tutti noi e tutte noi diciamo però basta basta morire nella speranza di vivere. Basta alla disperazione che porta a tentare ogni via per raggiungere il proprio futuro. Si muore per la fame, le guerre, ma morire su di un treno per arrivare a vivere... no io dico basta! e vi invito a dirlo con noi l'8 aprile a Bellinzona!

Appello donne contro PV2020

Le donne contro

la riforma della previdenza

per la vecchiaia 2020

 

Scaricate l'appello e firmatelo!

Referendum Previdenza 2020

NO all'aumento dell'età AVS!


NO alla diminuzione delle rendite!

 

Firmate il referendum contro la riforma della previdenza della vecchiaia 2020!

 

Scaricate il formulario

Iniziativa Per cure mediche di prossimità

Difendiamo gli ospedali di Valle

firmate l’iniziativa

“Per cure mediche di prossimità”

 

scaricate qui il formulario

1917

1917

rivoluzione1917.org: un sito da seguire