Tempo di lettura: 2 minuti

Giù le mani dai trasporti pubblici e dall’ambiente !

In Piazza per il nostro futuro!
Sabato 26 febbraio ore 15.00 manifestazione pubblica in Piazza Collegiata a Bellinzona

 

Il Servizio di trasporto pubblico é fondamentale per la popolazione del nostro cantone: dai giovani che devono recarsi a scuola, agli anziani che hanno la necessità di spostarsi verso le zone urbane e, in generale, per tutte le persone che non possono disporre di un auto o che hanno fatto una scelta di mobilità alternativa. La promozione dei trasporti pubblici influisce concretamente anche sulla difesa dell’ambiente poiché diminuisce la quota di veicoli circolanti. In Ticino attualmente la tematica ambientale suscita molte discussioni, in particolare a causa del forte inquinamento riscontrato, con livelli di smog e di polveri fini schizzati verso l’alto. Riteniamo che promuovendo la cultura del
trasporto pubblico anche l’ambiente avrebbe dei benefici, poiché sul lungo periodo definirebbe un’alternativa reale al trasporto privato.

Opponiamoci alle soppressioni delle linee regionali
Il Consiglio Federale era sul punto di decidere la soppressione di più di una dozzina di linee regionali relative alle zone periferiche e montane del nostro Cantone perché ritenute troppo poco utilizzate dagli utenti. Si sarebbe trattato di una decisione disastrosa che, nonostante nell’anno corrente non viene messa in pratica, indica una sostanziale incapacità da parte delle autorità di leggere le reali esigenze della popolazione al di là dei meri calcoli economici. Lo sviluppo di un rete capillare dei trasporti pubblici, sia nelle zone rurali che in quelle urbane, deve essere la prerogativa delle politiche dei trasporti, affinché non si creino cittadini di serie A e cittadini di serie B. In tal senso coloro che risiedono nelle zone rurali devono poter disporre di un’offerta ottimale per non subire discriminazioni, trovandosi isolati dal resto del territorio. La filosofia di un servizio pubblico legato prima di tutto alle esigenze della popolazione, ovvero una struttura che agisca indipendentemente dalla possibilità o meno di contrarre un profitto, deve essere difeso senza timore!

Non solo difendere ma lottare per incentivare il trasporto pubblico!
Oltre ad opporsi a questi tagli sconsiderati, rivendichiamo il potenziamento delle reti di trasporto Pubblico attraverso l’aumento delle corse e dell’offerta in generale. Rivendichiamo pure un’incentivazione finanziaria o la gratuità a favore degli Utenti , in particolare dei giovani e degli anziani, e ci opponiamo alle ipotesi di aumenti delle tariffe di cui si sta parlando di questi tempi. Per promuovere ulteriormente la rete di trasporti organizzata razionalmente al servizio del cittadino riteniamo pure sia necessario iniziare a riflettere su una società pubblica che si occupi del settore in modo pianificato, sostenibile e trasparente. Sosteniamo in questo senso gli sforzi intrapresi con la realizzazione di Alptransit per implementare il trasporto pubblico e ci opponiamo al raddoppio del San Gottardo che vanificherebbe tali sforzi.

Tutti in Piazza
Per queste ragioni proponiamo che sabato 26 febbraio 2011 alle ore 15.00  ci si ritrovi in una manifestazione pubblica in Piazza Collegiata a Bellinzona, aperta a tutti i movimenti, partiti, associazioni, sindacati, singole persone che condividono la nostra preoccupazione, per protestare contro l’inefficacia del Consiglio di Stato a tutela della salute pubblica e per rivendicare una politica dei trasporti pubblici più vicina ai bisogni della popolazione.

 

Prime associazioni e partiti aderenti:

 

Giovani comunisti

Giovani del Movimento per il Socialismo (GMPS)

Movimento per il socialismo (MPS)

Partito Comunista

Sindacato Indipentente Studenti ed Apprendisti (SISA)

Verdi Ticino

Partito Socialista Roveredo

Associazione Traffico e Ambiente (ATA)

Gioventù Socialista del Moesano

Partito Grigionese del Lavoro

 

Pin It on Pinterest