Tempo di lettura: < 1 minuto

Pubblichiamo qui di seguito l’interrograzione al Consiglio di Stato del nostro Granconsigliere Matteo Pronzini in relazione alla manifestazione udc svoltasi ieri 10 settembre a Berna. Manifestazione che ha visto la presenza di forze di polizia da parte di tutta la Svizzera, Ticino compreso.

 

Ieri, 10 settembre 2011, sulla Piazza Federale, durante la cosiddetta “festa della famiglia” organizzata dall’UDC nazionale sono stati schierati oltre mille agenti di polizia.

Fra questi si è notata la presenza di agenti antisommossa dal Ticino con relative camionette. 

 

Si chiede al Consiglio di Stato:

 

  • E’ vero che agenti ticinesi sono intervenuti a Berna? Se sì quanti erano, chi ha autorizzato e per quale ragione questo impiego fuori cantone? 
  • Quanto è costato questo intervento al Canton Ticino?
  • Gli agenti ticinesi sono stati coinvolti in scontri o in azioni di repressione nei confronti dei manifestanti?
  • Per quale ragione una festa di partito, in cui peraltro non sono mancati contenuti di chiara impostazione razzista e xenofoba, è stata protetta da così ingenti forze di polizia?
  • A quanto ammonta il contributo che l’UDC verserà allo Stato per questo servizio di sicurezza di cui ha goduto la loro festa di partito?

 

 

Matteo Pronzini, 11 settembre 2011

Pin It on Pinterest