Tempo di lettura: < 1 minuto

acquarossaPubblichiamo qui di seguito la presa di posizione dell’Movimento Per il Socialismo relativa alla petizione lanciata dai sindaci della Valle di Blenio in merito al futuro della struttura ospedaliera di Acquarossa.

Il Movimento per il socialismo (MPS) ha preso atto della petizione lanciata dai sindaci dei comuni della Valle di Blenio a difesa dell’Ospedale di Acquarossa.
L’MPS sostiene questa petizione ed invita i cittadini e le cittadine della Valle di Blenio a firmarla. Questa petizione, d’altronde, riprende le stesse rivendicazioni contenute nella petizione “Per la difesa dei servizi ospedalieri nelle Tre Valli” lanciata qualche settimana dall’MPS e la cui raccolta continuerà anche nel prossimo periodo.
L’iniziativa di lanciare questa petizione da parte di alcune personalità politiche della valle (sindaci e deputati) mostra come le presunte garanzie ed assicurazioni avanzate in questi ultimi giorni dal capo del DSS Beltraminelli non abbiano, giustamente, né convinto, né tantomeno “assicurato” nessuno, nemmeno rappresentanti politici vicini a Beltraminelli.
Sono infatti ancora numerose le questioni aperte attorno al futuro della struttura di Acquarossa, compresi i tempi lunghi (6 anni) necessari alla costruzione di una nuova struttura (che comunque non avrà più né un reparto di medicina né un pronto soccorso di tipo B come quello attuale). Nuova struttura che, allo stato attuale, non è nemmeno garantita.
L’MPS ritiene necessario che una mobilitazione sempre più ampia si sviluppi a difesa delle strutture sanitarie nelle Tre Valli, in particolare i reparti di medicina ed i pronto soccorso.

Print Friendly, PDF & Email