Tempo di lettura: 2 minuti

Recependo la richiesta dell’Associazione ticinese delle famiglie monoparentali e ricostituite l’MPS ha inoltrato in data odierna un’emendamento al rapporto della commissione della legislazione alla mozione del 2011 di Lorenzo Quadri (ripresa da Michele Guerra).

In sostanza si chiede che non sia solo AGNA a seguire il mandato assegnato all’USI per l’elaborazione di un programma informatico in grado di calcolare la realtà dei contributi alimentari a favore dei figli ma anche l’Associazione ticinese delle famiglie monoparentali e ricostituite.

Una richiesta non solo legittima ma necessaria!

Emendamento

Alle conclusioni della commissione della Legislazione sulla mozione 26 settembre 2011 Lorenzo Quadri (ripresa da Michele Guerra) “contributi alimentari per i figli: abbandonare i parametri delle tabelle di Zurigo e ripartire i contributi tra i due genitori”

Pertanto, la maggioranza della Commissione della legislazione chiede al Consiglio di Stato di creare un gruppo di lavoro, composto da Giudici di prima e seconda istanza, Presidenti delle Autorità regionali di protezione e avvocati, rappresentanti della Divisione dell’azione sociale e delle famiglie che si occupano di prestazioni sociali (AFI, API, assistenza), Ufficio di statistica,Associazione Ticinese delle Famiglie monoparentali e ricostituite ed Associazione Genitori Non Affidatari che:

1. affronti e approfondisca seriamente gli attuali criteri di calcolo dei contributi alimentari in favore dei figli.
Precisando la situazione economica di genitori affidatari e genitori non affidatari (reddito da lavoro, prestazioni sociali percepite, incidenza degli attuali contributi alimentari sulla soglia di povertà delle famiglie monoparentali e dei genitori non affidatari etc.)

2. segua il mandato assegnato alla facoltà di scienze informatiche dell’USI per l’elaborazione di un programma informatico in grado di calcolare in modo più conforme alla realtà i contributi alimentari a favore dei figli;

3. consideri l’opportunità di utilizzare il programma informatico sviluppato con la facoltà di scienze informatiche dell’USI quale nuova base per il calcolo dei contributi alimentari in favore dei figli precisando quale sarà l’eventuale spesa aggiuntiva per le prestazioni sociali a carico del Cantone qualora il sistema di calcolo attuale venga effettivamente modificato.

4. allestisca un rapporto con le conclusioni del proprio lavoro e lo sottoponga al Gran Consiglio.

*Emendamento al rapporto della commissione della legislazione alla mozione del 2011 di Lorenzo Quadri (ripresa da Michele Guerra) proposto dal Deputato MpS Matteo Pronzini.

Comunicato Associazione ticinese delle famiglie monoparentali e ricostituite

Rapporto della Commissione della legislazione

 

Pin It on Pinterest