Tempo di lettura: < 1 minuto

Interpellanza dei deputati Mps

Lo scorso 5 novembre il Dipartimento delle Istituzioni del leghista-udc Norman Gobbi ha pubblicato un concorso per un operario/a presso la sezione della circolazione. 

Compito: svolgere controlli ufficiali di veicoli (collaudi); tra i requisiti richiesti l’attestato federale di capacità (AFC) come meccanico per automobili ed avere almeno 23 anni compiuti. Lo stipendio mensile minimo è quello della classe 2 ossia 3’535 franchi.

Lo scorso 3 marzo 2021 il Consiglio di Stato, presieduto dal leghista-udc Norman Gobbi, ha decretato d’obbligatorietà generale i salari minimi del CCL delle autorimesse. Tra questi stipendi minimi figura quello dei meccatronici e meccanici d’automobili. Lo stesso, per un’età di 23 anni, prevede uno stipendio di 4’432 franchi mensili (4° anno dopo il tirocinio). 

L’amministrazione pubblica offre dunque per la stessa funzione uno stipendio minimo di ben 897 franchi mensili inferiore al settore privato.

Il criterio dei 23 anni compiuti, contenuto nel bando, è in contraddizione con la legislazione federale che prevede i 24 anni compiuti. Dunque 1 anno in più.

Sulla base di queste considerazioni chiediamo al CdS:

1.    Per quale ragione il consigliere di Stato leghista-udc Gobbi, come fatto per alcune funzioni di alti dirigenti del suo dipartimento, non ha proposto un aumento della relativa classe di stipendio così da raggiungere almeno i livelli del settore privato?

2.    La deroga dei 24 anni compiuti è da ricondurre al fatto che, come per il caso dell’ex presidente UDC di Bellinzona, il leghista-udc Norman Gobbi ha già promesso il posto di lavoro ad un suo amico di partito?

Per il Gruppo MPS-POP-Indipendenti

Matteo Pronzini, Simona Arigoni, Angelica Lepori

Pin It on Pinterest