Tempo di lettura: 3 minuti

Il Congresso degli Stati Uniti è completamente diviso, repubblicani contro democratici tranne quando si tratta di militari. I salari dei lavoratori non possono essere aumentati, ma ci sono sempre soldi per i generali e i fabbricanti di armi.

La scorsa settimana si è riunito il Congresso degli Stati Uniti e il presidente Joseph Biden ha firmato il disegno di legge sulle spese militari per il 2022 che implica un costo di 768 miliardi di dollari, 24 miliardi in più rispetto a quanto richiesto dal Congresso. Il bilancio comprende sia l’acquisto di navi, sottomarini, aerei e di armi di tutti i tipi, sia la paga per il personale militare. La Camera lo aveva approvato all’inizio di dicembre con 363 voti a favore e 70 contrari, il Senato con 89 a favore e 10 contrari. I no sono arrivati ​​dai Democratici più progressisti che generalmente desiderano limitare le spese militari.

Tra le disposizioni specifiche del disegno di legge ci sono 28 miliardi di dollari per programmi di armi nucleari, 7.1 miliardi di dollari per fronteggiare la Cina e 4 miliardi di dollari per l’Iniziativa europea di deterrenza rispetto alla Russia, nella eventualità di invasione dell’Ucraina.

Anche il National Defense Authorization Act (NDAA) conteneva elementi nuovi. Ad esempio, invitare i militari a sradicare l’estremismo dal momento che 38 delle 250 persone accusate per l’insurrezione del 6 gennaio erano stati militari. Ha anche apportato alcune riforme al sistema di giustizia militare poiché i casi di “aggressione sessuale indesiderata” da parte di militari, segnalati nel 2018 sono stati ben 20.500. L’atto, non ha, invece, abrogato la risoluzione del 2002, rispetto alle disposizioni di guerra in Iraq, che ha permesso a Trump di assassinare Qasem Soleimani nel gennaio del 2020.

In generale, i bilanci della difesa sono indirizzati dai comandi militari e dall’industria bellica. Gli appaltatori militari hanno contribuito generosamente alle campagne elettorali dei politici, per un totale di 47.149.042 $ nel 2020. Il maggior contribuente, Lockheed Martin, che produce aerei, ha pagato 5.983.592 $, il 47 percento ai democratici e il 53 percento ai repubblicani. Solo le banche contribuiscono di più ai politici.

Il senatore Bernie Sanders ha dichiarato: “Molti dei miei colleghi raccontano al popolo americano, giorno dopo giorno, quanto siano profondamente preoccupati per il deficit e il debito nazionale. Ci dicono che semplicemente non abbiamo abbastanza soldi per espandere Medicare, garantire congedi familiari e medici retribuiti e affrontare la crisi climatica nella misura in cui dovremmo per proteggere il benessere delle generazioni future. Eppure, domani, il Senato degli Stati Uniti voterà su un budget annuale per la difesa che costa 768 miliardi di dollari, 37 miliardi in più rispetto all’ultimo budget della difesa del presidente Trump e 24 miliardi in più rispetto a quanto richiesto dal presidente Biden… Come nazione, dobbiamo avere le nostre priorità giuste. Voterò “NO” alla legge sull’autorizzazione alla difesa nazionale “.

Prima che il disegno di legge fosse approvato, la deputata Alexandra Ocasio Cortez ha proposto una serie di emendamenti per negare contratti militari con vari governi: quello israeliano, quello saudita che ha ucciso Jamal Khashoggi, quello colombiano che reprime le proteste dei civili e altri paesi coinvolti in genocidi o crimini di guerra. I suoi emendamenti sono stati respinti e la deputata ha votato no al disegno di legge.

Poco dopo l’adozione dell’ultimo bilancio militare degli Stati Uniti, il New York Times ha pubblicato uno studio sui dati militari relativi alle vittime civili in Iraq, Afghanistan e Siria. Mentre i militari affermano di impegnarsi in “bombardamenti mirati” con “precisione chirurgica”, molti civili, compresi i bambini, sono stati uccisi. Il Times scriveva: “Secondo il conteggio dei militari, 1.417 civili sono morti in attacchi aerei nella campagna contro l’ISIS in Iraq e Siria; dal 2018 in Afghanistan, le operazioni aeree degli Stati Uniti hanno ucciso almeno 188 civiliMa il bilancio delle vittime civili è stato significativamente più alto “. Potrebbero essere stati uccisi migliaia di civili in più rispetto a quanto affermato militari.

Ancora al Congresso, nessun rappresentante assume la storica posizione socialista di non un centesimo per il militarismo e la guerra.

*articolo apparso su International viewpoint il 25 dicembre 2021

Pin It on Pinterest