Tempo di lettura: 2 minuti

Pubblichiamo la traduzione di un appello della Confederazione russa del lavoro (KTR) a sostegno dei sindacalisti bielorussi arrestati negli ultimi giorni. In pratica tutta la direzione della centrale sindacale indipendente bielorussa è stata decapitata. Come noto diversi settori del sindacalismo indipendente bielorusso hanno mostrato fin dall’inizio ostilità nei confronti dell’aggressione russa all’Ucraina; settori militanti – soprattutto tra i ferrovieri – hanno organizzato forme di sabotaggio per impedire i rifornimenti di armi all’armata russa di invasione attraverso la Bielorussia. È in questo contesto che deve essere inserita la repressione verso il sindacalismo indipendente da parte del regime dittatoriale di Lukashenko. E per questo assumono una grande importanza messaggi di solidarietà provenienti dal sindacalismo russo. (Red)

Il Comitato Esecutivo della Confederazione Russa del Lavoro (KTR) dichiara il suo pieno e incondizionato sostegno alla nostra organizzazione sorella – il Congresso Bielorusso dei Sindacati Democratici (BKDP)

Il 19 aprile 2022, le forze dell’ordine della Repubblica di Bielorussia hanno arrestato i dirigenti del Congresso bielorusso dei sindacati democratici e delle sue sezioni: Aliaksandr Yaroshuk, Siarhei Antusevich, Iryna But-Gusaim, Aliaksandr Evdokimchyk, Vital Chichmarem, Yana Malash, Mikhail Hromau, Vasil Beresneu, Gennady Fedynich, Dzmitry Barodka, Vatslav Oreshko, Mikola Sharakh e Aliaksandr Bukhvostau. In precedenza, Volha Britykova, Zinaida Mikhniuk, Yury Shcherbakou erano già stati arrestati. Tutti loro sono ancora detenuti in centri di detenzione preventiva. Un certo numero di altri attivisti detenuti sono stati rilasciati in cambio del loro impegno a non rivelare nulla. Si sono persi i contatti con alcuni membri del sindacato e il loro destino è sconosciuto. La maggior parte dei detenuti sta affrontando un procedimento penale con lunghe pene detentive, secondo le informazioni ricevute da KTR.
Il lavoro del BKDP, come centro sindacale nazionale, è completamente paralizzato.

Il Comitato esecutivo della Confederazione del Lavoro della Russia nota che questo è un caso senza precedenti di persecuzione di massa e violenta dei cittadini in relazione all’esercizio del loro diritto all’attività sindacale indipendente.
I sindacati russi e bielorussi hanno decenni di stretta e fruttuosa cooperazione nel campo della protezione dei diritti sociali e del lavoro e degli interessi dei lavoratori in entrambi i paesi. La formazione, lo sviluppo e le attività del Congresso bielorusso dei sindacati democratici e dei suoi affiliati settoriali si sono evoluti sotto i nostri occhi. Siamo convinti che queste attività, in ogni loro manifestazione, siano pacifiche, legali e positive, e che siano svolte nell’interesse dei cittadini lavoratori della Repubblica di Belarus. Per molti anni, la BDKP ha portato avanti la sua missione nella direzione di sviluppare istituzioni democratiche, relazioni umane ed eque nella sfera del lavoro nazionale e nella società bielorussa nel suo complesso, in condizioni difficili per sé stessa, cioè la pressione costante sull’attività sindacale, e la lotta per il riconoscimento del suo diritto di rappresentare e difendere gli interessi della gente comune che lavora. Ecco perché la centrale sindacale indipendente della Bielorussia gode di grande autorità nel movimento sindacale mondiale.
La Confederazione Russa del Lavoro considera inaccettabile l’uso della repressione dura e aperta contro i leader del movimento sindacale nella Repubblica di Bielorussia. Chiediamo alle autorità bielorusse di prendere misure urgenti per rilasciare i dirigenti e gli attivisti delle organizzazioni sindacali detenuti, e di garantire le condizioni necessarie per la piena continuazione delle attività legittime del Congresso bielorusso dei sindacati democratici.
La Confederazione Russa del Lavoro dichiara il suo sostegno e la sua partecipazione all’ampia campagna pubblica internazionale in difesa del Congresso Bielorusso dei Sindacati Democratici, dei suoi dirigenti e attivisti.

Comitato esecutivo della Confederazione del Lavoro della Russia (28 aprile 2022)

Pin It on Pinterest