Tempo di lettura: 2 minuti

Presentiamo qui di seguito due interventi dei parlamentari MPS che chiedono interventi urgenti sul tema della canicola, fenomeno sempre più presente e potente nella nostre estati (e non solo!).
Il primo è un’interrogazione con la quale in sostanza si chiede al governo di intervenire in ambito socio-sanitario (in particolare nelle case per anziani).
Il secondo è un’iniziativa parlamentare con la quale si chiede l’introduzione nella Legge sanitaria di uno specifico articolo riguardante la tutela dei salariati e della popolazione dei rischi causati dai periodi di canicola.
Un intervento che dovrebbe essere immediato e accelerato: mentre da giorni il governo cantonale se ne sta con le mani in mano, comunicando che, prossimamente, verranno prese misure (verosimilmente quando la fase più acuta sarà passata…). (Red)

****************************************

Canicola e strutture socio-sanitarie (interrogazione)

In questi giorni di canicola sono diverse le segnalazioni che abbiamo ricevuto da parte di cittadine e cittadini in relazione alle situazioni ambientali nelle strutture socio-sanitarie sprovviste di una climatizzazione.

Tale situazione è particolarmente pericolosa nelle case per anziani dove le temperature nelle camere e negli spazi comuni sono, laddove non vi è climatizzazione, estremamente alte.

Chiediamo di conseguenza al CdS:

  1. di indicare quanto intrapreso delle competenti autorità per verificare nelle case per anziani e più in generale nelle strutture socio-sanitarie se le strutture, ed in particolare le camere e gli spazi comuni, sono sufficientemente climatizzati;
  2. se si quale è il quadro della situazione ed in quante strutture la situazione non è adeguata;
  3. se non ritiene, sulla base del quadro della situazione, necessario proporre anche delle modifiche legislative, considerato il fatto che i periodi di canicola nel futuro saranno sempre maggiori;
  4. Se no per quale ragione non si è fatto?

****************************************

Iniziativa parlamentare per la modifica della legge sanitaria

Canicola (nuovo articolo)

cpv 1 A tutela della salute delle salariate e dei salariati in caso di allarme canicola, decretato dalle autorità, tutte le attività lavorative svolte all’esterno ed in luoghi chiusi non climatizzati dopo le ore 13.00 sono vietate.

cpv 2 Le strutture socio-sanitarie, ed in particolare le camere, i locali di socializzazione ed alberghieri, devono essere tutte climatizzate.

cpv 3 Per il rispetto di tale regolamentazione sono responsabili i comuni.  E’ possibile la collaborazione del Dipartimento e dell’Ufficio del medico cantonale.

cpv 4 Il regolamento stabilisce eventuali eccezioni.

Pin It on Pinterest