Tempo di lettura: < 1 minuto

Circa 3’000 persone hanno partecipato questa sera alla manifestazione contro i tagli alla spesa sociale e ai salari dei dipendenti pubblici previste dal Preventivo 2024 del Cantone.
La manifestazione era stata convocata dai sindacati VPOD e OCST alle 17.00 in piazza governo. E alle 17.00 c’erano alcune centinaia di persone.
Il grosso dei partecipanti, invece, ha risposto alla convocazione di ErreDiPi che aveva dato appuntamento, a partire dalle 16.30, davanti alla stazione FFS, da cui far partire un corteo che avrebbe poi raggiunto piazza governo.


Ed è proprio da qui che si è sviluppata una partecipata manifestazione che ha visto almeno 2’000 persone sfilare per le vie di Bellinzona fino in piazza governo e congiungersi alle persone che aspettavano in piazza governo.
Una bella manifestazione, un primo passo per quella che deve diventare una mobilitazione di lunga durata, per rispondere non solo alle misure previste per il 2024, ma anche quelle che si annunciano anche per il 2025.
Una manifestazione che deve ora tradursi in forme di lotta sui posti di lavoro, per bloccare le attività e spingere governo e Parlamento a ritirare le loro proposte.
In questa prospettiva, il prossimo appuntamento è fissato per giovedì 30 novembre: ErreDiPi, Movimento della Scuola e Associazione dei docenti delle scuole superiore invitano tutti a una assemblea che si terrà a Bellinzona, scuole nord, alle ore 20.00 ( https://mps-ti.ch/wp-content/uploads/2023/11/appello-assemblea-contro-i-tagli-21.pdf ).
Non mancate, la lotta non fa che cominciare!

Print Friendly, PDF & Email