Tempo di lettura: 2 minuti

Ricorre in questi giorni il decimo anniversario della morte del nostro compagno Ivan Capra. Il nome e la figura di Ivan sono indissolubilmente legati alla grande stagione del rinnovamento sindacale in Ticino promosso, e portato di peso, dalla sezione Unia (e prima SEL-SEI) di Bellinzona-Biasca e Moesa dalla metà degli anni Novanta alla fine degli anni Duemila.

Gli assi portanti di questa esperienza di un sindacalismo di classe -in rottura con il consociativismo e da un atteggiamento di indipendenza dal partito socialista – furono il settore edile, il commercio al dettaglio, la convergenza con il nucleo sindacale dell’Officina FFS di Bellinzona ed una forte difesa del servizio pubblico (in primis la difesa dell’azienda elettrica di Bellinzona).

Grazie ad un coerente e determinato lavoro di costruzione sindacale fu possibile organizzare con successo scioperi nel settore edile che contribuirono non poco all’ottenimento, a livello nazionale, del pensionamento a 60 anni, così come importanti aumenti salariali.

Ivan proveniva del settore del commercio al dettaglio. Grazie a lui fu possibile sindacalizzare la maggioranza del personale occupato presso nei negozi COOP e Migros. Determinante fu il suo lavoro nella vittoria del referendum cantonale contro l’estensione degli orari d’apertura dei negozi nel 1999. La validità del suo lavoro sindacale non era sconosciuta al padronato del commercio al dettaglio. La Migros, in ben due occasioni, lo denunciò penalmente per violazione della proprietà privata. Processi affrontati da Ivan a testa alta dai quali uscì sempre scagionato.

Come a testa alta ha affronto la lunga lotta contro la malattia. Lo ricordiamo presente, benché già malato, in Pittureria dell’Officina durante i meravigliosi giorni dello sciopero nel 2008. A partire dall’autunno 2008 subì frontalmente, forse ancora più di altre ed altri, l’attacco sferrato con estrema cattiveria dalla burocrazia sindacale contro quest’esperienza di rinnovamento sindacale.

Caro Ivan, oggi come dieci anni fa, ci manchi con la tua calma, la tua sicurezza e la tua determinazione!

Pin It on Pinterest