Tempo di lettura: < 1 minuto

Abbiamo sfilato, dalla stazione FFS di Bellinzona a piazza governo, in questo primo maggio ancora all’insegna della pandemia.
Ma la voglia di manifestare c’era e più di 150 persone hanno risposto all’appello dell’MPS. Ne è nato, seppur sotto una pioggia battente, un bel corteo, combattivo e partecipe.
In alcuni interventi disseminati lungo il corteo, abbiamo ricordato l’impegno delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità, quello dei lavoratori delle Officine, la lotta delle donne contro l’oppressione di genere, la violenza e il tentativo di aumentare l’età AVS; e, infine ma non certo per ultimo, il nostro impegno internazionalista, a sostegno dei lavoratori e delle lavoratrici in lotta in tutto il mondo, a cominciare dalla lotta del popolo curdo contro la repressione di cui è vittima in molti luoghi, ma soprattutto in Turchia per mano del regime fascista di Erdogan.
All’insegna di questa solidarietà internazionalista si è chiuso questo bel corteo che, per finire, ha raggiunto la celebrazione (un po’ smortina a tutta “ufficiale”) che si teneva in piazza governo.

Pin It on Pinterest